Chi è Francesca Pastore? una scultrice che dipinge o una pittrice che scolpisce? Il suo segno incide la materia, vi penetra per estrarne forme che sono illuminate dai colori. Così pesci, galline, gufi, rose diventano i protagonisti dei lavori dell’artista impegnata nella ricerca compositiva di un’armonia musicale di toni, colori, forme.
Francesca Pastore con la sua fantasia crea quella magia che continuamente si rinnova come in un gioco senza fine. Pesci che sciamano, rose purpuree che si aprono allo sguardo dell’osservatore, galline e gufi paciosi e ironici comunicano con i loro colori la gioia di vivere che anima lo spirito dell’artista, ma anche il bisogno di evadere dalla consapevolezza angosciosa
del tempo che cambia e passa inesorabilmente. Dalla lamnia bianca di Pisticci in Basilicata ai maestosi cerri sabini di Cottanello il cammino di Francesca Pastore si è snodato attraverso molteplici esperienze lavorative che si sono puntualmente tradotte in opere pittoriche e scultoree.
Il percorso è stato lungo, accidentato, ma mai banale e mai del tutto buio: ne sono testimonianza le atmosfere delle “finestre”, dipinti nei quali i colori scuri si alternano alle macchie di luce. Oggi l’artista si diverte con i colori, come se celebrasse la vittoria della luce sull’oscurità

Rosalba Scavia

TESTI CRITICI
Francesca Pastore: fpastore50@vodafone.it sito by F.P. 31-01-2015 tutti i diritti riservati